Antidialer Hardware - AriVigevano 2018

ARIVIGEVAN                IQ2VJ                                           
Associazione Radioamatori Italiani  -  Sezione Fondata nel 1956
Vai ai contenuti
ARI Vigevano è partner del
Museo della
Tecnica Elettrica
Università di Pavia

Antidialer Hardware

Autocostruzione
Semplice (vecchio) circuito di protezione per connessione ad Internet tradizionale con modem 56k
di Giorgio I2FUZ
                                
Scheda tecnica       
Questo semplicissimo dispositivo hardware, che molto gentilmente il caro amico e collega Riccardo Pasotti (ex ik2DHY) mi ha suggerito ed autorizzato a pubblicare, si rivolge a quanti hanno la doppia sfortuna di non essere serviti dalla rete Internet ADSL e di avere avuto la connessione dirottata su numeri particolarmente costosi come il famigerato 3660222 che ultimamente si e’ rivelato particolarmente attivo e causa di indesiderati addebiti in bolletta.
Il piccolo circuito e’ cosi’ ridotto che puo’ addirittura essere collocato all’interno di una presa telefonica. Si compone essenzialmente di un rele’ con bobina da 5V e 150 ohm di resistenza interna, un contatto normalmente aperto e un pulsante in parallelo al contatto. Il condensatore da 10nF serve a fare passare l'alta frequenza dei dati che verrebbe attenuata molto dalla bobina del rele’. Il compito e’ quello di impedire che una indesiderata intrusione mentre siamo collegati a Internet provochi la disconnessione dal nostro abituale provider e se ne attivi una nuova verso numeri di malintenzionati con costi molto elevati ed il tutto a nostra insaputa.       

Descrizione di funzionamento
Il principio di funzionamento e’ molto semplice, la caduta di tensione ai capi della bobina del rele’ durante la connessione telefonica consente al rele’ stesso di rimanere eccitato. Nel momento in cui avvenga la disconnessione, per consentire al modem di comporre il nuovo numero, che battezziamo per comodita’ “pirata”, la tensione della linea cade per un istante e questo fa sganciare il rele’. La nostra linea telefonica risulta cosi’ isolata ed il modem non puo’ piu’ comporre alcun numero di telefono senza il nostro consenso.
ATTENZIONE !!! la caduta della linea telefonica avviene dopo che l’intruso ha programmato il nostro computer per chiamare il numero “pirata” quindi quando questo si verifica occorre controllare ed eventualmente cancellare le nuove connessioni indesiderate che si sono venute a creare, altrimenti alla prima connessione verra’ chiamato il numero “pirata”.
Il Rele’ Reed usato (SM1 5v D1101) e’ del tipo con bobina da 5V cc ed una resistenza interna da circa 150 ohm con contatto normalmente aperto, il condensatore da 10 nF ha lo scopo di fare passare l’alta frequenza dei dati che verrebbe attenuata molto poiche’ il segnale attraversa la bobina del rele’. Il pulsante consente di chiudere il contatto con la linea telefonica durante la chiamata. L’esperienza da me fatta suggerisce di tenere premuto il pulsante fino all’avvenuta connessione da parte del modem.       
      
Schema elettrico e realizzazione



IMPIEGO
1. Tenere premuto il pulsante e lanciare il comando per la connessione.
2. A connessione avvenuta rilasciare il pulsante.
Questa operazione deve essere ripetuta ogni volta.
              
                               
Per chiarimenti o informazioni scrivi un'e-mail a: autocostruzioni@arivigevano.net

Torna ai contenuti